Se dipendi da una sola fonte di reddito sei in pericolo come se fossi sul ciglio di un burrone, bè come immagine non è piacevole, forse cinica ma è la sensazione che ti voglio trasmettere.

Perchè oggi voglio scrivere questo articolo?

Perchè stavo leggendo su un famoso portale on line le notizie e mi sono imbattuto in una storia che mi ha colpito, non che non ne avessi sentite prima di simili, ma a forza di sentirle, dici ok, mettiamo un post-it mentale e facciamo il punto, ci tengo che se mi segui tu abbia chiaro alcuni concetti.

Ma quel’era la storia?

disp

Assunto 25 anni fa a tempo indeterminato, a 49 anni, con una moglie precaria e un mutuo, Lucio rischia di trovarsi disoccupato: “Ho creduto in un Paese che Pone il Lavoro come primo Articolo della Costituzione”

Questo era il titolo del’articolo, non c’è bisogno che vado avanti nel raccontarti tutta la storia, ma se tu avessi una sola fonte di reddito e ti trovassi nella stessa situazione?

Ok facciamo un passo indietro.

Dobbiamo essere consapevoli della situazione economica in cui versa il nostro paese.

La disoccupazione giovanile si attesta sul 36% (fonte Istat).
Ogni anno chiudono mediamente 25.000 imprese e oltre 600.000 persone perdono il lavoro (fonte Istat).

In questo scenario disastroso la priorità della maggior parte della persone è la ricerca di un posto fisso, l’unico commento che posso fare è: Auguri!

Se pensi che, soprattutto oggi lavorare per qualcun altro possa rappresentare la tua sicurezza ti sbagli di grosso.
Si, magari non vuoi assumerti rischi d’impresa, vuoi che ogni mese ti arrivi il tuo stipendio sul conto,  alle 17.00 prendere il borsone e andare sorridente in palestra.

Lascia che te lo dico, non siamo più negli anni ’80, dove i contratti erano blindati, i sindacati comandavano le aziende e l’Inps era il tuo paradiso da raggiungere a fine carriera.

Il film è finito.

So che è brutto da dire e ti fa male, ma è così, puoi anche incazzarti per quello che scrivo, ma non con me, è il sistema che cambia.

Quindi comincia a guardare le cose da un’altra parte e rifletti.

scvOggi avere un posto da dipendente significa che qualcuno:
controlla la tua vita a fine mese;
può importi scadenze stressanti;
può minacciarti di fare straordinari;
può decidere quando vai in ferie;
può decidere quanto guadagnerai e…
può decidere se in seguito a nuove strategie aziendali  di LASCIARTI A CASA!

 

La verità è che oggi il tuo posto fisso ti illude di essere una sicurezza, infatti di storie come quella citata ad inizio articolo ne sono pieni i notiziari.

Questo succede perchè la tua vita dipende da una sola fonte di reddito e sulla quale non hai controllo.

Ansioso come concetto lo so.

Qual’è la soluzione?

Io consiglio di non limitarsi a lavorare per guadagnare denaro per solamente possederlo, ma occorre imparare a gestirlo e farlo lavorare al posto nostro.

Da qui nasce il detto: “Non lavorare per il denaro, è il denaro che deve lavorare per te”.

Devi crearti delle entrate automatiche, cioè redditi che non richiedono uno sforzo diretto da parte tua, ma uno sforzo iniziale per crearli e  poi saranno profitti che ti arriveranno automaticamente.

cattura

Sono proprio il contrario di quello che fai per ottenere un reddito da dipendente, dove scambi il tuo tempo, 8 ore al giorno per il tuo stipendio a fine mese, con le rendite automatiche non avrai questo problema, e ti svelo che:

se coprono il tuo tenore di vita, saresti libero finanziariamente.

Alessio Cavalieri

p.s non è facile trovare da zero una attività che ti renda da subito senza incorrere in errori e test non proficui, ma per tua fortuna io posso farti conoscere un BUSINESS CHIAVI IN MANO pronto per guadagnare, SCOPRILO ADESSO CLICCANDO QUI!

Comments

commenti